blog

Dirigenti urgenti di centri di cura capiscono chiaramente che il risparmio di tempo è un importante punto di forza

Dirigenti urgenti di centri di cura capiscono chiaramente che il risparmio di tempo è un importante punto di forza

Per i pazienti, comodità e costi inferiori sembrano fondamentali.

A Diantrey Thompson, 26 anni, di Glen Burnie, Md., È stata recentemente rimossa una ciste dalla testa nella sede di Righttime nella vicina Gambrills. Sebbene il direttore del ristorante abbia un’assicurazione e un medico regolare, dice, "Vengo qui da anni perché sono così efficienti."

Dirigenti urgenti di centri di cura capiscono chiaramente che il risparmio di tempo è un importante punto di forza. Righttime, ad esempio, ha l’obiettivo di far entrare e uscire i pazienti entro un’ora.

Da un centro di comando a Crofton, Md., Un dipendente tiene traccia di tutti i centri Righttime tramite telecamere installate alle scrivanie e nei corridoi.

Un sistema informatico controlla quanto tempo le persone stanno aspettando.

Mentre mostra un visitatore in giro, Graw nota un monitor con una barra lampeggiante – un avviso che un paziente è stato in uno dei suoi centri per più di un’ora. Graw controlla i dettagli e vede che il paziente si sta facendo pulire le orecchie. Si rilassa, dicendo questo "una buona scusa."

Divulgazioni

Questo articolo, prodotto in collaborazione con The Washington Post, è stato pubblicato per la prima volta da Kaiser Health News il 17 settembre 2012 ed è ristampato da kaiserhealthnews.org con il permesso della Henry J. Kaiser Family Foundation. Kaiser Health News, un servizio di notizie indipendente dal punto di vista editoriale, è un programma della Kaiser Family Foundation, un’organizzazione di ricerca e comunicazione sulla politica sanitaria senza scopo di lucro e apartitica non affiliata a Kaiser Permanente.

Questa è la seconda puntata di una serie di MedPage Today sulle molestie sessuali in medicina. La prima storia, "Quando il mentore diventa aggressore," ha esaminato i motivi per cui le donne spesso non denunciano episodi di molestie. In questa storia, guardiamo a una possibile conseguenza della nuova attenzione sulle molestie che potrebbero danneggiare gli interessi delle donne.

Melissa Garretson, MD, medico pediatrico d’emergenza in Texas e delegata dell’Associazione Medica Americana, era preoccupata per le politiche dell’AMA per affrontare le molestie. All’incontro interinale dell’AMA dello scorso novembre, ha co-scritto una risoluzione di emergenza che chiede una revisione di quelle politiche.

Con il movimento #MeToo più ampio che continua a fare notizia, ha notato quasi immediatamente segni di contraccolpo.

Quando è andata a stringere la mano a un altro membro della sua delegazione AMA del Texas, poco dopo l’approvazione della risoluzione, lui le ha detto: "Oh, possiamo ancora stringerci la mano?"

"E ho detto: “Mi prendi in giro?”"

"Non stiamo parlando di “ti ho stretto la mano”, stiamo parlando di un comportamento eclatante," Garretson ha detto a MedPage Today.

Quando gli uomini iniziano a confondere le normali interazioni sociali con comportamenti chiaramente inappropriati,"Mi irrito un po ‘" lei ha aggiunto.

Samantha Rosman, MD, medico pediatrico d’urgenza e coautrice della stessa risoluzione di emergenza, ha detto che dopo aver condiviso pubblicamente il suo racconto di molestie sessuali, alcuni colleghi maschi hanno scherzato sul fatto che non potevano più abbracciarla.

Ha visto i loro commenti come un file "tattica della paura." Questi uomini ci hanno provato "ridurre al minimo la gravità della situazione" sottintendendo che le donne sono semplicemente "interpretare male il comportamento amichevole," Ha detto Rosman.

Un maschio che ha risposto a un sondaggio di MedPage Today sulle molestie ha offerto questo: "Come maschio, ora non mi sento al sicuro a stare da solo con colleghi dell’altro sesso per paura che qualcosa possa essere frainteso e costare la mia carriera."

L’idea che gli uomini pensino che le donne denunciano molestie per qualsiasi motivo fa infuriare Garretson.

"Non c’è una donna al mondo che vuole farsi avanti e dire “Oh ehi, sono stata aggredita sessualmente”," lei disse.

Ma non tutti gli uomini che hanno risposto al momento #MeToo di Rosman e Garretson hanno reagito in questo modo. Diversi uomini si sono congratulati con Garretson e hanno parlato di quanto fossero orgogliosi di Rosman per aver condiviso la sua storia, ha detto Garretson.

Comprendere l ‘”effetto Pence”

Abbracci e strette di mano a parte, questi commenti segnalano una maggiore preoccupazione per le donne, in particolare per le cliniche più giovani: che gli uomini in posizioni di leadership possano ritirarsi dal fare da mentore alle donne.

L’idea che gli uomini prendano le distanze dalle donne in medicina, così come da altre professioni, per paura che possano essere accusati di qualche forma di scorrettezza, non è solo ipotetica.

I resoconti dei media hanno soprannominato il fenomeno "l’effetto Pence," dopo il vicepresidente Mike Pence che, di regola, evita di cenare da solo con qualsiasi donna tranne sua moglie.

Gran parte del contraccolpo contro #MeToo da parte degli uomini ha preso la forma di banalizzare il problema e accusare le donne di essere (scegli tu) troppo sensibili, incapaci di prendere uno scherzo, troppo ostili o cercatrici d’oro.

Ma il "Effetto penny" è anche una forma di contraccolpo ed è una vera preoccupazione, ha detto Sharon Stein, MD, presidente eletta dell’Association of Women Surgeons.

"Molte delle opportunità hanno a che fare con il networking e la tua capacità di relazionarti con le persone, da persona a persona e se non hai l’opportunità di interagire con le persone su una base più … umana, piuttosto che solo su un particolare scenario clinico, perderai opportunità. Non c’è dubbio su questo" lei disse.

Quello che fa l’effetto Pence, ha affermato Dara Kass, MD, CEO di FemInEM, una risorsa ad accesso aperto incentrata sulle disparità di genere, è che "nessuno è in grado di moderare il proprio comportamento, tutti sono fuori controllo e l’unico modo per [riprendere il controllo] è creare questi limiti artificiali intorno a chi ti circonda."

Un recente articolo su Bloomberg ha dettagliato fino a che punto alcuni uomini di Wall Street si sono spinti per evitare denunce di molestie: niente cene da soli, niente sedute accanto a colleghe sui voli, prenotazione di camere d’albergo su piani diversi e saltare uno contro uno. riunioni.

"Il progresso in genere richiede che qualcuno a un livello senior conosca il tuo lavoro, ti dia opportunità e sia disposto a difenderti all’interno dell’azienda. È difficile che una relazione del genere si sviluppi se la persona anziana non è disposta a trascorrere del tempo faccia a faccia con una persona più giovane," Lisa Kaufman, amministratore delegato di LaSalle Securities, ha detto a Bloomberg.

E in questo momento, semplicemente non ci sono abbastanza donne in posizioni di leadership per promuovere la prossima generazione da sole, ha detto Kaufman.

Reshma Jagsi, MD, DPhil, un oncologo delle radiazioni e direttore del Center for Bioethics and Social Sciences presso l’Università del Michigan ad Ann Arbor, è d’accordo.

"Questo potenziale effetto agghiacciante sul tutoraggio delle donne è un rischio reale," lei disse.

Tutti i medici hanno bisogno di mentori

"Una delle cose migliori della medicina è che è un modello di apprendistato," Janis Orlowski, MD, Chief Health Officer per l’Association of American Medical Colleges, ha detto a MedPage Today in un’intervista telefonica.

Ha ricordato una volta in cui, come stagista, si è trovata agitata per un caso difficile e un medico maschio più anziano è intervenuto per spiegarle una striscia di ritmo difficile, nonostante fossero le 23:00.

"Si è seduto con me per un’ora e ha spiegato … perché [questo caso] era insolito, cosa dovresti fare per trattarlo."

Da un lato, la sua esperienza ha mostrato come "profondamente importante" il modello di apprendistato è.

Ma dall’altra "questi modelli di apprendistato sono esattamente i tipi di relazioni in cui le cose possono andare storte," lei disse.

È fondamentale trovare un modo per continuare questo tipo di tutoraggio, in modo che ogni studente e stagista possa imparare da ottimi insegnanti, ha detto Orlowski, ma devono anche esserci meccanismi per segnalare i reclami quando necessario.

Dopo aver pubblicato uno studio sulla prevalenza delle molestie sessuali in medicina in JAMA, Jagsi ha detto di aver ricevuto un gran numero di e-mail da uomini e donne.

Alcuni uomini "voleva fare un cambiamento significativo," lei disse. Altri hanno scritto per dire che stavano incoraggiando i loro colleghi maschi a continuare "distanza adeguata dalle donne," apparentemente con l’intenzione di proteggere le loro colleghe e tirocinanti più giovani.

Jagsi ha detto che non è d’aiuto. Circa l’84% dei presidi medici e dei presidenti di dipartimento sono uomini e il taglio delle interazioni delle donne con loro equivale a "proteggere le donne dalle opportunità," lei disse.

Ha detto Kass, "È davvero un privilegio dire: “Bene, prenderò il mio privilegio e tornerò a casa”."

La medicina attribuisce la responsabilità a medici esperti, "e ciò include la formazione della prossima generazione di medici," lei disse. "Se stai solo cercando ciò che ritieni sia il tuo migliore interesse, anche se nessuno dei dati supporta le paure che hai, allora stai facendo del male sia ai pazienti che al personale medico," lei disse.

I medici anziani che decidono di non poter essere mentori delle donne dovrebbero lasciare la medicina, ha affermato.

"Non aiuterà le donne se gli uomini fanno da mentore agli uomini e le donne fanno da mentore alle donne," Ha aggiunto Jagsi. Questo tipo di mentoring stratificato non aiuterà a colmare l’enorme divario di genere ai livelli più alti della gerarchia sanitaria.

"In definitiva, se vuoi creare una professione che non sia vulnerabile alle molestie sessuali … le donne devono essere effettivamente rappresentate in posizioni di vera autorità," Jagsi ha scritto in una e-mail.

Posto maschile in #MeToo

"La fine delle molestie erogan in farmacia sessuali non riguarda un individuo o un gruppo di individui, è radicata nell’implementazione di cambiamenti a livello di sistema che garantiscono un ambiente sano, sicuro e rispettoso per TUTTI gli individui," ha scritto Apoorve Nayyar, MBBS, un borsista post-dottorato presso la University of North Carolina School of Medicine, in una e-mail.

Nayyar, coautore di uno studio sulle molestie tra chirurghi, ha detto di sentire spesso uomini dire che sostengono #HeForShe, una campagna incentrata sulla promozione dell’uguaglianza di genere, "perché ho una figlia" o per preoccupazione per le loro mogli.

"Penso che gli uomini debbano svolgere un ruolo più importante nell’equità, perché è la cosa giusta da fare," Egli ha detto. "Come essere umano decente, vuoi che gli altri esseri umani abbiano i diritti proprio come te."

Garretson ha convenuto che la maggior parte degli uomini lo sono "persone simpatiche e oneste" e non si stanno impegnando in comportamenti inappropriati.

"Abbiamo bisogno che [quegli] uomini parlino … Penso che cambierebbe le sorti più velocemente," lei disse.

Alcuni "ben intenzionato" gli uomini possono essere preoccupati per il passo falso – dicendo o facendo qualcosa per offendere qualcuno – ha detto Nayyar in una e-mail.

"Va bene se non lo sai, chiedi.